Posted on

RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO

EMILIO MASALA (Italia Viva), già assessore all’ambiente): “L’efficientamento e la centralizzazione del servizio non passi per un’aumento della tassa sui rifiuti ai cittadini ebolitani”.

Eco o non Eco? di Emilio Masala

L’Ente d’Ambito Salerno avrà la gestione dell’impianto di compostaggio. Il probabile passaggio ad EcoAmbiente (braccio operativo dell’EDA) deve essere condiviso dal Comune di Eboli proprietaria dell’impianto.

Nel momento in cui avverrà il cambio del gestore come inciderà sulla TARI? Quanto pagheranno in più in bolletta i cittadini?

Nutro grande preoccupazione!

È vero che il costo calmierato attualmente pagato dal comune per il conferimento della frazione umida, per legge totalmente ribaltato sui contribuenti, subirà un notevole incremento, addirittura pari al triplo?

In funzione di ciò e vista l’incidenza sul territorio sia dell’impianto sia del traffico dovuto alla notevole circolazione dei mezzi di conferimento proveniente dai diversi comuni, si rende necessario verificare il mantenimento calmierato della tariffa, magari con cifra simbolica, senza rincorrere inadeguati e fantasiosi ristori come contropartita.

Chiedo al commissario dott. De Iesu grande attenzione sulla questione verificando, anche attraverso la rappresentanza nell’Eda, tutti i margini per ridurre il più possibile l’impatto economico e ecologico per la nostra Città.