A pochi giorni della bella iniziativa in cui abbiamo fatto assieme a Libera un esercizio della memoria del
martirio di Tonino Esposito Ferraioli, ancora spari a Casal di Principe contro “Casa Don Diana”, bene
confiscato alla camorra e restituito ai cittadini grazie all’impegno quotidiano delle donne e degli uomini del
“Comitato Don Giuseppe Diana”
Quattro “sordi rumori” vorrebbero ricordarci che la nostra Regione, i nostri luoghi, la nostra terra sono ancora
luoghi di camorra.
La Cgil condanna fermamente quest’azione criminale e ribadisce piena solidarietà e sostegno a chi combatte
in prima linea violenza, soprusi ed intimidazione.
Chiediamo una ferma risposta delle autorità preposte affinché gli autori di questo ennesimo vile attentato
alla legalità ed alla società civile vengano consegnati alla giustizia.
Siamo con il Comitato don Peppe Diana.
Siamo, come sempre, con la parte sana di questa terra, della Nostra terra.