Posted on

LA RABBIA DI VITO SPARANO (UIL-FPL) PER GLI ASSEMBRAMENTI

di Marco Naponiello

Siamo ancora in piena pandemia e di conseguenza in campagna vaccinale, un momento delicatissimo per tutta l’Italia come per la collettività eburina, e si registrano ancora tanti disagi presso l’HUB vaccinale situato nel presidio ospedaliero SS Maria Addolorata.

Quivi si notano file interminabili di pazienti che attendono, è il caso di dirlo pazientemente, il loro turno per l’ inoculazione del vaccino, del siero anti covid, creando cosi  una situazione potenzialmente di alto rischio di propagazione del contagio.

L’incresciosa vicenda denunciata già nei giorni scorsi da più parti, che fa il paio con la necessità di trovare un sito alternativo che sia maggiormente confacente alle necessità del momento, cosi da non creare assembramenti proprio nel momento di profilassi, affinché la vaccinazione stessa potrebbe, paradossalmente  ingenerare una proliferazione degli agenti patogeni, ed involontariamente veicolare il virus tra i degenti ospedalieri ed il personale oltre che nell’ intera collettività.

A tal riguardo abbiamo raggiunto telefonicamente il noto sindacalista della UIL Fpl Vito Sparano, che nel merito ci ha lasciato la seguente  compendiosa dichiarazione:

“La Uil-Fpl denuncia questa grave situazione che sta succedendo qui all’interno dell’ospedale di Eboli con assembramenti che ormai proseguono da molti giorni per il vaccino, il quale giustamente deve essere inoculato alla popolazione. Quindi abbiamo chiesto alla direzione sanitaria al dottor Mario Minervini nonché a un dirigente del Comune di Eboli di risolvere questo problema, ossia di trovare degli spazi più idonei e pertanto evitare questi assembramenti che si fanno qui all’ospedale cittadino ormai da molti giorni”

Continua il delegato sindacale: ”Speriamo di risolvere questo problema anche perché corre l’obbligo come Uil-Fpl di tutelare sia il dipendente che ci lavora all’interno dell’ospedale (infermieri medici o.s.s. amministrativi etc), nonché anche i pazienti stessi, dunque è inconcepibile che ci siano questi assembramenti per il vaccino; a tal proposito facciamo appello soprattutto alla direzione generale e al direttore sanitario della ASL il dott Ferdinando Primiano che risolva con immediatezza questa grave problematica esistente.”

Si congeda Vito Sparano:”In conclusione un doveroso grazie va al Comune ed alla Direzione Sanitaria di Eboli che si sono resi disponibile nel risolvere presto tale perniciosa e disagevole situazione!