Posted on

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la nota nell’associazione Alleanza Democratica per Eboli, riguardante il finanziamento strutturale per il nostro nosocomio.

Eboli, 18/03/2021 

 

Con deliberazione n. 108 del 29/01/2021 del D.G. dell’ASL Salerno Dott. Mario Iervolino  divenuta esecutiva in data 01/02/2021 è stato approvato il piano triennale 2021/2023 delle opere pubbliche in cui sono indicati gli interventi prioritari in ambito di edilizia sanitaria.

Si tratta di un piano molto importante che prevede investimenti cospicui, per l’anno in corso e per gli anni futuri oggetto di programmazione, tesi a migliorare l’efficienza e la sicurezza dell’intera rete ospedaliera presente nella nostra provincia. 

Per il 2021 lo stanziamento complessivo è rilevante  E. 47.105.947,36 che consentirà, anche alla luce delle criticità evidenziate dall’emergenza sanitaria che stiamo vivendo,  di ammodernare gli ospedali e le strutture sanitarie presenti sui nostri territori. 

Dopo le nostre sollecitazioni,  le interrogazioni, gli interventi in consiglio comunale e gli incontri presso la Direzione Generale dell’ASL di Salerno (egregiamente diretta dal Dott. Mario Iervolino) apprendiamo con favore che sono stati adottati importanti e  significativi stanziamenti di risorse  volti a realizzare quegli interventi, attesi e non più procrastinabili,  di adeguamento funzionale, antisismico,  impiantistico e tecnologico del nostro nosocomio necessari per migliorare la qualità dell’offerta sanitaria  e valorizzare le numerose eccellenze presenti nel nostro P.O. cittadino.

Molti di questi interventi deliberati dal Direttore Generale, che ringraziamo, sono  derivanti dal Piano Regionale di Edilizia Sanitaria che  per il 2021 prevede uno stanziamento complessivo per la nostra città di E. 4.600.550,00 di cui E. 600.000,00  (su un investimento totale previsto di E. 2.000.000,00) per l’adeguamento funzionale e impiantisco del P.O. S. Maria Santissima Addolorata, E. 1.610.000,00 (su un investimento totale previsto di E. 16.100.000) per l’adeguamento delle strutture alla normativa antisismica del P.O. e costruzione dell’edificio da adibire a nuova piastra delle emergenze, E. 600.000,00 (su un investimento totale previsto di E. 6.000.000) per la demolizione e ricostruzione di un edificio da adibire a sede del Distretto Sanitario con spazi da destinare a sede del Dipartimento Prevenzione, del UCCP e del consultorio familiare, E. 331.350,00 per la realizzazione dell’impianto di climatizzazione dell’ala nord del P.O. , E. 127.200,00 per i lavori di manutenzione del plesso ex via Pescara del D.S. 64, E. 700.000,00 per la risonanza magnetica del P.O.  e E. 632.000,00 per l’adeguamento del presidio  ospedaliero alla normativa antincendio.

Altri importanti stanziamenti sono inoltre previsti, nella delibera del D.G. n. 108,  per completare gli importanti interventi di ammodernamento, ampliamento, messa in sicurezza e adeguamento funzionale e impiantistico del  nostro nosocomio e del nostro distretto sanitario

Infatti sono stati stanziati per i prossimi anni nella stessa delibera investimenti rilevanti che ammontano a E. 8.030.000,00 per  il 2022 e a E. 13.260.000,00 per il  2023, che aggiunti a quelli già stanziati per il 2021 E. 4.600.550,00fanno raggiungere uno stanziamento complessivo per la nostra città di  E. 25.890.550,00  una cifra importante e significativa che testimonia, anche per il triennio 2021/2023 oggetto di programmazione, l’attenzione massima anche in questo momento delicato del Direttore Generale, della Regione Campania, del Presidente De Luca e del Presidente della Commissione Bilancio Franco Picarone  per la sanità ebolitana in modo da garantire migliori standard qualitativi dell’offerta dei  servizi sanitari sul nostro territorio. 

Ex Capogruppo Consiliare 

di Alleanza Democratica

Dott. Pasquale Infante

 

delibera del Direttore Generale

A stretto giro di posta editiamo anche la nota dell’attivista giovanile cittadino Vito Maratea.

“Chi oggi applaude, dove era quando chiudevano i reparti del nostro ospedale?”

Vito Maratea, coordinatore del movimento “Eboli cambia Eboli” interviene in merito ai fondi stanziati dall’Asl per l’edilizia sanitaria:

“Alcuni ex consiglieri comunali confondono il proprio ruolo politico, ma sopratutto amministrativo, con il ruolo di spettatori pronti ad applaudire alla realizzazione di progetti che nulla riguardano con il loro operato e con il ruolo che essi ricoprono.
Sicuramente va apprezzata l’attenzione da parte della dirigenza dell’ASL di Salerno nei confronti dell’ospedale di Eboli.
Ma dobbiamo doverosamente ricordare a chi oggi applaude e fa a gara per accaparrarsi qualche merito, che negli anni passati l’ospedale di Eboli e la nostra comunità sono stati mortificati con la chiusura dei reparti di Ostetricia e Pediatria, non abbiamo più bambini che nascono ad Eboli.
È facile fare la faccia bella, è bello fare da zerbino ai potenti di turno, ma il vero ruolo di chi sceglie di rappresentare una comunità, è quello di difenderla.
Chi oggi cerca di ingraziarsi dirigenti e politici, chi oggi cerca di farsi qualche voto usando questo argomento, dove era quando chiudevano i reparti di Ostetricia e Pediatria?
È bello applaudire, ma un consigliere comunale che abbia a cuore gli interessi della Città non sarebbe stato assente in una battagli importante come quella della chiusura dei reparti del nostro ospedale.
È arrivato il momento di mettere fine alle bugie e alla strumentalizzazione di alcune tematiche importanti solo ed esclusivamente per accaparrarsi il favore di qualche personaggio.
La nostra comunità in passato è stata mortificata con la complicità de silenzio assordante di chi oggi vuole mettersi in mostra.”