1° CONTEST FOTOGRAFICO “LA SMORFIA A TAVOLA”

1° CONTEST FOTOGRAFICO “LA SMORFIA A TAVOLA”

22 Novembre 2019 Off Di Marco Naponiello
Lunedì 23 dicembre 2019 dalle ore 18:00 alle 21:00, Sala Concerti S. Lorenzo.
Prelibato ed Eboli nella Storia organizzano il primo Contest Fotografico “La Smorfia a Tavola”.
I premi in palio saranno offerti da artigiani e produttori agroalimentari locali.

NOTA SOCIAL

L’evento di premiazione si terrà durante la Tombolata Gastronomica | Percorsi: prima tappa – 23 Dicembre nella Sala Concerto di San Lorenzo il 23 DICEMBRE 2019 alle ore 18:30.

Bisogna fotografare il significato dei numeri che si usano durante il tradizionale gioco natalizio della Tombola con riferimento a quelli che vanno sulla Tavola, intesi non solo in modo culinario.
C’è molto da fotografare, ma non tutto. Oltre ai prodotti culinari, ci può essere il vecchio seduto a tavola, la mano appoggiata sul tavolo, il vaso sul tavolo, il coltello sul tavolo, ecc.

Le foto saranno inserite in un album dal 23 novembre 2019 in poi e si possono votare fino al 16 dicembre prossimo, giorno ultimo anche per inviarle.

Si possono spedire scatti fotografici di qualsiasi formato in bianco e nero o a colori.
Per partecipare inviare massimo 5 scatti fotografici sulla posta facebook di “Eboli nella Storia” o su quella di “Prelibato”.

5 scatti per 5 numeri diversi della Smorfia.
Gli autori degli scatti dovranno inviare oltre le foto in concorso anche il numero della Smorfia e il suo significato.
La partecipazione è gratuita ed è aperta a tutti. Possono partecipare anche ragazzi delle scuole medie.

E’ vietato condividere le foto e fare pubblicità esplicita.
Chi prima invia ha più possibilità di classificarsi.

Per le foto che inquadrano persone è necessaria l’autorizzazione alla pubblicazione. Gli organizzatori del Contest declinano ogni responsabilità in merito, la responsabilità è solo dell’autore dello scatto.

Saranno selezionati 20 scatti (uno per autore, se non si raggiungono i 20 scatti uno diverso dall’altro si sceglieranno anche due scatti per autore) che saranno inseriti su cartelloni durante la Tombolata Gastronomica | Percorsi: prima tappa – 23 Dicembre che si terrà nella Sala Concerti di San Lorenzo il 23 DICEMBRE 2019 alle ore 18:30.

10 scatti saranno scelti dalla Giuria Popolare (ossia i LIKE) e 10 scatti da una Commissione.
Le 20 foto inserite su cartelloni esposte il 23 dicembre possono essere votate durante la serata della Tombolata. La persona che parteciperà alla votazione avrà diritto ad un solo voto.
Saranno premiati i primi 3 classificati di questa votazione popolare, ed anche i primi 3 classificati votati da una Giuria di Qualità.
Si può vincere in una sola sezione. Ha prevalenza la Giuria di Qualità.
Il regolamento può subire variazioni.

I significati dei numeri della Smorfia:

1: l’uno, il numero primo, una cosa unica e irripetibile. L’Italia.

2: la bambina, donna piccola.

3: la gatta

4: il maiale, inteso sia come animale che come uomo poco gentile.

5: la mano

6: la persona che guarda a terra.

7: il vaso.

8: la Madonna, a volte anche la mamma defunta

9: la figliata, figli nati da una stessa gravidanza.

10: i fagioli.

11: i topi piccoli, quelli che solitamente entrano in casa, e che si trovano nelle campagne.

12: i soldati, il guerriero.

13: Sant’Antonio, inteso come Sant’Antonio da Padova. Santo protettore della città di Padova.

14: l’ubriaco molesto ma anche quello ilare.

15: l’adolescente o il ragazzo.

16: un colpo di fortuna

17: la disgrazia, abbinata naturalmente all’antico pensiero che il 17 fosse un numero sfortunato.

18: il sangue.

19: la risata molto forte.

20: la festa, sia religiosa che popolare.

21: donna poco vestita, la femmina simbolo non di pensieri sconci, ma della bellezza molto accentuata.

22: Il pazzo, non il matto da curare, ma colui che compie azioni considerate folli.

23: lo scemo.

24: le guardie carcerarie.

25: Natale.

26: Nanninella, derivante del nome Anna, madre della Vergine Maria.

27: il vaso da notte.

28: le mammelle di donna o di animali.

29: il padre dei bambini.

30: le munizioni di pistola o di fucile, la traduzione letteraria è le munizioni del tenente.

31: il proprietario della casa in fitto.

32: il capitone, l’anguilla femmina, un piatto tipico, cucinato nei tempi antichi nel periodo di natale.

33: l’età in cui Gesù Cristo morì in croce.

34: la testa.

35: l’uccellino.

36: le nacchere spagnole.

37: il monaco, inteso con la tunica, ordinato.

38: le percosse.

39: la corda al collo, l’impiccagione, essere impiccato o impiccarsi.

40: l’ernia inguinale.

41: il coltello, inteso come arma e non quello da tavola.

42: il caffè, la bevanda più amata dai napoletani che ne sono maestri.

43: donna affacciata al balcone, immagine utilizzata per descrivere una donna pettegola.

44: le cancelle, sono le carceri.

45: il vino buono.

46: il denaro, inteso più come moneta che come banconote.

47: il morto, si rifà principalmente a un parente o un conoscente defunto da poco tempo.

48: il morto che parla, colui che può dare i numeri vincenti, portare consiglio. Solitamente è di buon auspicio nei sogni.

49: il pezzo di carne, non inteso come un taglio da macelleria, ma inteso come una donna bella e prosperosa.

50: il pane, un alimento immancabile a tavola ieri come oggi.

51: il giardino.

52: la mamma, una delle figure più importanti, tenere e consolatrici.

53: il vecchio, inteso in senso positivo come un anziano saggio e in grado di fornire consigli.

54: il cappello, segno una volta di soldi e benestare.

55: la musica, considerata principalmente la musica popolare, quella delle feste patronali e di piazza.

56: la caduta a terra di una persona, una caduta solitamente divertente ed esilarante.

57: il gobbo: nella superstizione il gobbo si dice che porti fortuna se si tocca la sua gobba.

58: un pacchetto che può essere un pacco della posta, o un pacco imballato.

59: i peli maschili considerati principalmente come un vanto maschile e virile.

60: il lamento, il dolore per un avvenimento serio.

61: il cacciatore.

62: una persona morta assassinata.

63: la sposa, la ragazza che diviene donna e crea una famiglia.

64: la giacca per gli eventi e le cerimonie.

65: il pianto, di rammarico e dolore.

66: le due nubili, donne mai sposate.

67: il totano nella chitarra.

68: la zuppa cotta è un alimento che denotava la classe operaia e quella povera.

69: il sottosopra, come il numero 69.

70: la casa in cui si risiede, di proprietà.

71: persona di cui non ci si può fidare, che ha fatto un torto, o che comunque si comporta in malo modo nella vita.

72: la meraviglia.

73: l’ospedale.

74: la grotta, in particolare s’intende quella in cui nacque Gesù.

75: Pulcinella figura carnevalesca.

76: la fontana.

77: i diavoletti.

78: la bella ragazza.

79: la persona disonesta o il ladro.

80: la bocca.

81: i fiori.

82: il banchetto, inteso come desiderio di chi vive nella povertà.

83: il mal tempo.

84: la chiesa come edificio e non come dogma.

85: il purgatorio e le sue anime.

86: il negozio, più precisamente la bottega.

87 : i pidocchi, segno di sporcizia ma anche di povertà.

88: i caciocavalli (formaggio).

89: la vecchia, una donna anziana, ma anche visto come il trascorrere del tempo.

90: la paura.

The meanings of the Smorfia numbers:

1: One, the first number, a unique and unrepeatable thing.

2: The girl, a small woman.

3: the cat

4: the pig, intended both as an animal and an unkind man.

5: the hand

6: the person looking at the ground.

7: the vase.

8: Our Lady, sometimes even the dead mother

9: the litter, children born from the same pregnancy.

10: the beans.

11: small rats, those that usually enter the house, and that are in the countryside.

12: the soldiers.

13: Saint Anthony understood as Saint Anthony of Padua. Patron Saint of the city of Padua.

14: the annoying drunk but also the hilarious one.

15: the teenager or the boy.

16: A stroke of luck

17: The disgrace naturally combined with the ancient thought that 17 was an unfortunate number.

18: the blood.

19: the laugh is very strong.

20: the party, both religious and popular.

21: A poorly dressed woman, the female symbol of not shabby thoughts, but of very accentuated beauty.

22: The madman, not the madman to be treated, but the one who performs actions considered insane.

23: the fool.

24: Prison guards.

25: Christmas.

26: Nanninella, deriving from the name Anna, mother of the Virgin Mary.

27: the chamber pot.

28: the breasts of women or animals.

29: the father of children.

30: Gun or rifle ammunition, literary translation is the lieutenant’s ammunition.

31: the owner of the rented house.

32: the female eel, a typical dish, cooked in ancient times during the Christmas period.

33: the age in which Jesus Christ died on the cross.

34: the head.

35: the little bird.

36: the Spanish castanets.

37: the monk, understood with the tunic, ordered.

38: the beatings.

39: the rope around the neck, hanging, hanging or hanging.

40: inguinal hernia.

41: the knife, intended as a weapon and not the table knife.

42: coffee, the most loved drink by Neapolitans who are masters.

43: Woman facing the balcony, image used to describe a gossip woman.

44: the cancels, are the prisons.

45: good wine.

46: money, intended more as a currency than as banknotes.

47: the dead man refers mainly to a relative or a recently deceased acquaintance.

48: the dead person who speaks the one who can give the winning numbers, bring advice. It is usually auspicious in dreams.

49: the piece of meat, not intended as a butchery cut, but intended as a beautiful and prosperous woman.

50: bread, an unmissable food at the table yesterday as today.

51: the garden.

52: Mother, one of the most important figures, tender and consoling.

53: the old, understood in a positive sense as a wise elder and able to provide advice.

54: the hat, once a sign of money and approval.

55: Music, mainly considered popular music, that of patronal festivals and square.

56: a person’s fall to the ground, a fall that is usually fun and exhilarating.

57: the hunchback: In superstition, the hunchback is said to bring good luck if you touch his hump.

58: a package that can be a parcel of mail, or a pack packed.

59: male hair considered primarily as a masculine and manly pride.

60: the lament, the pain for a serious event.

61: the hunter.

62: a dead person murdered.

63: the bride, the girl who becomes a woman and creates a family.

64: the jacket for events and ceremonies.

65: crying, regret and pain.

66: the two unmarried women never married.

67: the totano (fish) in the guitar.

68: cooked soup is a food that denoted the working class and the poor.

69: the upside down, like the number 69.

70: the house in which we reside, owned.

71: a person who can not be trusted, who has done a wrong, or who in any case behaves badly in life.

72: wonder.

73: the hospital.

74: the cave, in particular we mean the one in which Jesus was born.

75: Pulcinella carnival figure.

76: the fountain.

77: the devils.

78: the beautiful girl.

79: the dishonest person or the thief.

80: the mouth.

81: the flowers.

82: the banquet, understood as the desire of those who live in poverty.

83: bad weather.

84: the church as a building and not as a dogma.

85: purgatory and its souls.

86: the shop.

87: lice, a sign of dirt but also of poverty.

88: caciocavalli (cheese).

89: the old woman, an elderly woman, but also seen as the passage of time.

90: fear.