CONVENZIONE TRA COMUNE E SALERNO PULITA, RISPOLI (FIADEL) CHIEDE UN INCONTRO A SINDACO E PREFETTO: «TENSIONE ALTISSIMA, GLI OPERAI VOGLIONO CHIAREZZA SULLE PROSPETTIVE DI LAVORO»

CONVENZIONE TRA COMUNE E SALERNO PULITA, RISPOLI (FIADEL) CHIEDE UN INCONTRO A SINDACO E PREFETTO: «TENSIONE ALTISSIMA, GLI OPERAI VOGLIONO CHIAREZZA SULLE PROSPETTIVE DI LAVORO»

15 Novembre 2019 Off Di Marco Naponiello

Rinnovo della convenzione con Salerno Pulita e futuro occupazionale dei lavoratori, la Fiadel scrive al Comune di Salerno.

Nota Sindacale

Il segretario Angelo Rispoli esprime tutta la preoccupazione sua e del sindacato per gli operatori del settore “pulizia e custodia”. «Chiediamo un incontro urgente perché tra i dipendenti c’è un crescente stato di tensione sociale a seguito di insistenti voci circa il trasferimento di tutte le attività dei palazzi giudiziali, custodia e pulizia, a un soggetto diverso da Salerno Pulita, con la conseguente perdita di opportunità lavorative». Il segretario chiede il sostegno di sindaco, assessore all’Ambiente e prefetto di Salerno per tenere sotto controllo quello che definisce «un livello di tensione altissimo. Occorre un urgente e responsabile incontro, insieme alle altre parti sindacali, al fine di chiarire le prospettive occupazionali di Salerno Pulita, sia nel settore ambientale, ove scaduta la convenzione con il Comune, che nel settore “pulizia e custodia”, dove girano voci allarmistiche.

Ricordiamo inoltre che l’applicazione della legge Bongiorno ha nei fatti bloccato le assunzioni da parte del Comune per le categorie A e B (operaio comune e impiegato d’ordine). La normativa potrebbe essere l’opportunità per evitare la privatizzazione di settori comunali che, ormai svuotati, non riescono più a erogare servizi in maniera sufficiente e quindi risolvere il problema occupazionale».