EBOLI: ANZIANA CON PROBLEMI PSICOLOGICI ED INDIGENTE GIROVAGAVA DA SOLA- PRONTO L’INTERVENTO DELLA POLIZIA MUNICIPALE

EBOLI: ANZIANA CON PROBLEMI PSICOLOGICI ED INDIGENTE GIROVAGAVA DA SOLA- PRONTO L’INTERVENTO DELLA POLIZIA MUNICIPALE

12 Agosto 2022 Off Di Marco Naponiello

                  Nota della Municipale

         ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO

Una donna anziana e con evidenti problemi psicologici in stato di indigenza stamattina girovagava per le strade di Eboli. Un negoziante di via Ceffato le da del cibo e nota che la donna non aveva memoria né da dove venisse ne dove fosse diretta, così chiama la polizia municipale. Gli agenti riescono a risalire al luogo di provenienza della donna, una casa di riposo per anziani in via Verdi denominata Fra Umile. Qui gli agenti notano dell’assenza totale del personale, sottodimensionato rispetto alle necessità della struttura, e lo stato di abbandono e di degrado degli anziani oltre a gravi carenze igienico sanitarie. Sul posto giunge anche l’ASL di Salerno e gli assistenti sociali del comune di Eboli. Controlli ancora in atto in attesa di conoscere i provvedimenti che verranno emessi dall’ASL e dalla tribunale di Salerno. Aspettiamo solo la conferma ufficiale ma l’ASL e la Polizia municipale stanno per sequestrare il centro che verrà chiuso e gli anziani trasferiti in altre strutture. Sul posto vi è anche l’ igiene mentale, perché molti degli anziani presenti erano incompatibili con la struttura per problemi di salute mentale. Al momento la struttura resta aperta perché è difficile la collocazione degli anziani in altre strutture e gli stessi sono stati affidati ad un familiare in quanto in titolare è in vacanza in altra regione. È stato denunciato ai sensi dell’articolo 591 del codice penale per abbandono di persone incapaci il responsabile. Continuano i controlli da parte dell’ASL anche nella mattinata di domani per accertare tutte le violazioni alle norme igienico sanitarie stessa cosa per gli assistenti sociali. Questo al momento 6 le persone ricoverate in struttura di cui 2 disabili. Siccome non si poteva effettuare il trasferimento in poco tempo è stato deciso di non chiudere la struttura affidando la direzione della stessa ad un altro responsabile sotto la supervisione degli assistenti sociali. I controlli continueranno anche nelle prossime ore soprattutto sul lato igienico sanitario. Per ora l’unica notizia di reato riguarda la violazione dell’articolo 591 CP. Operazioni concluse al termine delle quali la polizia municipale insieme ai funzionari dell’Unità operativa prevenzione collettiva dell’ASL Salerno 2 e gli assistenti sociali del comune di Eboli hanno affidato alla sorella del titolare i sei ospiti della struttura, con l’obbligo di reperire personale sanitario per la momentanea assistenza in attesa di una migliore collocazione. È stata inviata alla procura della Repubblica notizia di reato per abbandono di incapaci in quanto nella struttura gli ospiti non erano accuditi da nessun operatore socio sanitario, inoltre non vi era un registro di ricoverati e nemmeno i loro documenti di riconoscimento così come i documenti e le autorizzazioni della struttura. L’unico operatore abilitato è il titolare che al momento si trova in un’altra regione in vacanza.