EBOLI: Approvato l’affidamento delle aree verdi-progetto “Adotta un’aiuola”

EBOLI: Approvato l’affidamento delle aree verdi-progetto “Adotta un’aiuola”

9 Maggio 2022 Off Di Marco Naponiello

Approvato l’affidamento delle aree verdi nell’ambito del progetto “Adotta un’aiuola”, voluto dall’assessore all’Ambiente Nadia la Brocca e dall’Assessore alla Manutenzione Antonio Corsetto.

Per il momento è stata affidata la manutenzione e la cura delle seguenti zone:

al Comitato di quartiere “Parco Futura” viene affidata in adozione l’area verde comunale di Via Scarlato, Via G. Perrotta, Via A. Spinelli e Via V. Indelli, all’Associazione “Spirito Libero Onlus” viene affidata in adozione l’area verde comunale denominata “P.zza Carlo Levi”, all’Associazione “Spirito Libero Onlus” viene affidata in adozione l’area verde comunale denominata “P.zza della Repubblica”, alla ditta “Red and Black srl” viene affidata in adozione l’area verde comunale – rotatoria – all’incrocio tra Via Serracapilli e Via Telegro,  all’Associazione “ASD Delta Atletica Ebolitana Valle del Sele” viene affidata in adozione l’area verde comunale in Via Dell’atletica – nei pressi dell’ingresso dello Stadio “Dirceu”, all’Associazione “DPI Campania – ODV”, viene affidata in adozione l’area verde comunale denominata “P.zza Caduti di Capo Bon”.

Si tratta di aree che risultavano escluse dal programma di manutenzione delle aree verdi adottato prima dell’insediamento dell’attuale amministrazione.

«È un primo passo che, grazie alla collaborazione con le associazioni ed i privati – ha dichiarato l’assessore Nadia La Brocca – ci consentirà di rendere più vivibili, pulite e attraenti, alcune zone sensibili della città. Abbiamo intenzione di ripetere l’avviso per le aree che ancora non sono state affidate».

«È un modo per rendere un servizio alla collettività ed evitare troppi oneri a carico del Comune – ha aggiunto l’assessore Corsetto – Non solo oneri finanziari ma anche di personale, due risorse che, purtroppo, scarseggiano».

«In alcuni casi più di una richiesta è pervenuta per la stessa zona e la commissione ha dovuto scegliere. – hanno precisato gli assessori – Ma non ci sono preclusioni. Anzi. Il nostro obiettivo è aprire alla collaborazione con le forze sane della città».

Si fa presente che è ancora possibile presentare richiesta al Comune per l’adozione di altre aree verdi rimaste disponibili.