EBOLI: IL PCI CHIEDE UN CONSIGLIO COMUNALE STRAORDINARIO SULLO STATO DELL’OCCUPAZIONE E LA QUESTIONE NUOVA ISES

EBOLI: IL PCI CHIEDE UN CONSIGLIO COMUNALE STRAORDINARIO SULLO STATO DELL’OCCUPAZIONE E LA QUESTIONE NUOVA ISES

4 Maggio 2022 Off Di Marco Naponiello

                                                NOTA DEL PARTITO COMUNISTA ITALIANO 

A seguito della nostra presenza in Piazza della Repubblica il 1 maggio, abbiamo protocollato una richiesta per la convocazione di un consiglio comunale straordinario ed immediato sulla situazione occupazionale nella nostra città e, in particolare, sulla questione Nuova Ises: storica realtà del territorio, a rischio chiusura con conseguente perdita di lavoro per i dipendenti.
Qui il testo contenente le motivazioni.
La Segreteria PCI Eboli – Sez. M. Garuglieri

—————————————————————————————————————————

  1. A.

Sindaco di Eboli

Avv. M. Conte

 

Presidente del Consiglio Comunale

Dott. C. Brenga

 

Capigruppo Consiliari

 

Alla luce del fatto che:

–           secondo dati ufficiali, oltre un terzo della popolazione ebolitana è iscritta nelle liste del CPI e oltre il 12 per cento della stessa è percettore di RDC;

–           l’incendio che ha colpito il Consorzio Jonico Ortofrutticolo sta mettendo in pericolo il futuro lavorativo dei dipendenti;

–           l’imminente chiusura di una realtà storica come la Nuova Ises porterà alla perdita di 40 posti di lavoro e riguarderà lavoratori non più facilmente ricollocabili e il territorio si vedrà privato di un’importante risorsa nel settore dei servizi essenziali;

–           la chiusura dello sportello di un’importante banca è un altro segnale della crisi della economia ebolitana;

–           nuove realtà stanno per impiantarsi e implementare le loro attività sul nostro territorio e la politica non può esimersi dal fare in modo che creino occupazione oltreché un indotto economico

chiediamo al Sindaco, alla maggioranza e all’intero Consiglio Comunale, la convocazione di un Consiglio Comunale straordinario e aperto sulla situazione occupazionale nella nostra città e sull’individuazione di strategie per creare e salvaguardare i livelli occupazionali.

Infine, un’attenzione particolare alla grave e urgente situazione della Nuova Ises.

La nostra richiesta, tesa esclusivamente a riaprire un dibattito nella massima assise democratica della nostra città su uno degli argomenti più delicati dell’attuale momento storico, politico, sociale ed economico, ha carattere di urgenza, vista la gravità della situazione.

E’ dovere dell’amministrazione cercare di fare tutto quanto è nelle sue possibilità per cercare di arginare le conseguenze di una crisi economica che colpisce la nostra città da anni, fornendo il necessario sostegno ai lavoratori, alle famiglie ma anche al tessuto imprenditoriale ebolitano.

E’ chiaro che la crisi occupazionale che tocca così da vicino la nostra comunità è il riflesso di una più generale problematica di carattere economico che riguarda l’intero Paese. Pensiamo che il Consiglio Comunale deve dare un segno forte di presenza e di sensibilizzazione, attraverso un confronto pubblico che, siamo convinti, potrà dare interessanti contributi.

Segreteria PCI Eboli – Sez. M. Garuglieri