Eboli: La Uil-FPL con Vito Sparano esprime un forte scetticismo sulle sorti dell’ospedale cittadino

Eboli: La Uil-FPL con Vito Sparano esprime un forte scetticismo sulle sorti dell’ospedale cittadino

23 Novembre 2022 Off Di Marco Naponiello

Presidio Ospedaliero di Eboli

Eboli, 23 novembre 2022

.
Comunicato Stampa
Presidio Ospedaliero di Eboli
SCETTICISMO!

Siamo scettici…. e vogliamo ancora crederci!
Il Sindaco di Eboli il giorno 21/11/2022 ore 11,30 convoca le organizzazioni sindacali per discutere ancora una volta della situazione del nostro presidio, dopo l’ennesimo consiglio comunale monotematico del 30.5.2022 caduto nel nulla di fatto ( tanto per cambiare), evidenziamo e comprendiamo la buona volontà del primo cittadino per il ”bene” di tutti. Orbene, apprendiamo dalla stampa un avvenuto incontro con il Direttore Generale Ing. Sosto, sperando che dalle chiacchere si passano alle cose concrete. Rammentiamo che i Medici di tutte le branche, gli Infermieri, O.s.s., Tecnici di Radiologia e Laboratorio Analisi, Amministrativi, addetti alla manutenzione, centralinisti ecc, continuano il proprio lavoro nonostante tutte le difficoltà con sacrificio e turni massacranti a dare il massimo, facciamo venire alla memoria che ci sono reparti e servizi di alta qualità e professionalità indiscusse che vanno valorizzati e potenziati per dare un assistenza ancora migliore. Un doveroso Grazie per il loro quotidiano impegno esteso a tutto il personale  Sanitario di questa ASL , la UILFPL come è noto dopo quasi 30 anni di battaglie passando dai vari colori politici compresi i molteplici direttori generali, sanitari ecc  , in tutto questo tempo abbiamo sollecitato, incalzato frequentemente le varie problematiche che putroppo ancora oggi denunciamo con forza , constatiamo lentamente il declino del nostro glorioso Ospedale e non solo, la sofferenza regna in tutti gli ospedali e distretti sanitari, evidentemente è stato anche il fallimento politico nel corso degli anni, certamente non per colpa dei Lavoratori ma di una classe dirigenziale e politica quasi assente. Auguriamoci che in futuro si risolvono con azioni forti tutte le questioni spinose afferenti alla sanità del territorio, da non dimenticare l’importantissimo ruolo del Distretto Sanitario 64 Eboli-Buccino dove anche in quel contesto ci sono numerose problematiche da risolvere  (ad esempio vedasi la grave situazione della Psichiatria). Infine, siamo in attesa del nuovo atto aziendale (sembrerebbe imminente) che ridisegnerà l’intera struttura del DEA e di tutta l’ASL SALERNO. Il nostro auspicio è che tutta la parte politica Ebolitana unitamente a chi dirige attualmente il presidio Ospedaliero di Eboli e il Dea facciano ognuno la propria parte in maniera forte e non dormiente semmai in sinergia con le istituzioni, affinchè si possa dare maggiore impulso di concretezza alle azioni da intraprendere, la collettività merita una sanità con la S maiuscola. Come sempre il Sindacato vigilerà e sarà al fianco dei lavoratori e dei cittadini a tutela dei diritti sanciti dalla costituzione.
Essa tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.  .

Segretario  UILFPL
Vito Sparano