EBOLI. OCCUPAZIONE ABUSIVA DI UN APPARTAMENTO E CONTROLLI CANTIERI BONUS 110%: GIORNATA INTENSA PER LA MUNICIPALE

EBOLI. OCCUPAZIONE ABUSIVA DI UN APPARTAMENTO E CONTROLLI CANTIERI BONUS 110%: GIORNATA INTENSA PER LA MUNICIPALE

30 Giugno 2022 Off Di Marco Naponiello

Altro alloggio occupato abusivamente ieri sera in via Ezio Vanoni quartiere Paterno. L’assegnataria era stata appena trasferita in una rsa essendo portatrice di grave handicap e una famiglia intera, moglie, marito e due bimbi più uno in arrivo, entrano e forzando la porta di ingresso di impossessano della casa e dei pochi mobili presenti all’interno. Sul posto sono giunti anche i parenti dell’assegnataria e ne è nato subito un diverbio tanto che oltre alla Polizia Municipale sono giunti anche i Carabinieri. Alla fine denuncia penale per la donna che si è sentita anche male facendo accorrere sul posto un ambulanza del 118. Pare che l’uomo fosse in graduatoria da diversi anni e ha dichiarato che la sua rabbia è sfociata nel momento in cui altre persone lo hanno scavalcato occupando abusivamente o meno gli alloggi e dalla recente perdita del posto di lavoro.

Controlli a tappeto della polizia municipale su tutto il territorio comunale dei cantieri del bonus 110%. Stavolta a finire nel mirino degli agenti, in collaborazione con l’ufficio tributi comunale in particolare con la supervisione del funzionario Carmine Caprarella, sono gli striscioni pubblicitari appesi sulle impalcature che oltre a reclamizzare i lavori del bonus pubblicizzano anche le ditte esecutrici dei lavori o tecnici privati o addirittura vengono utilizzati per fare pubblicità in genere creando anche pericolo per la sicurezza della viabilità veicolare. 7 le infrazioni rilevate e a breve contestate ai sensi dell’art. 23. c.1 del codice della strada che ammonta a 430 euro con l’obbligo della rimozione dello striscione. Inoltre i trasgressori rischiano anche di dover pagare per tutti i giorni di esposizione abusiva e la tariffa per gli striscione è di 2,70 euro a metro quadrato. Una vera e propria stangata.