EBOLI & POLITICA. I CONSIGLIERI D’OPPOSIZIONE (PD,IV,PSU, FDI) ALL’UNISONO:”VIOLATI I DIRITTI DELLA MINORANZA”

EBOLI & POLITICA. I CONSIGLIERI D’OPPOSIZIONE (PD,IV,PSU, FDI) ALL’UNISONO:”VIOLATI I DIRITTI DELLA MINORANZA”

14 Maggio 2022 Off Di Marco Naponiello

Al Presidente del Consiglio Comunale di Eboli
Dott.Cosimo Branga

Al Prefetto di Salerno
Dott F.Russo

Oggetto:valutazione osservanza articolo 41 comma 2 del decreto legislativo 18 agosto 2000,267 decreto Presidente della Repubblica 20 marzo 1967 n.223 articolo 12
Commissione elettorale -presenza  minoranza

I sottoscritti Consiglieri Comunali della città di Eboli, di minoranza, Cosimo Pio Di Benedetto,Emilio Masala, Francesco Squillante, Filomena Rosamilia, Pierluigi Giarletta, Pierino Infante, Damiano Cardiello
Premesso
-che il Consiglio  Comunale di Eboli eleggeva la commissione elettorale, giusta normativa in oggetto, con presenza della minoranza garantita dal consigliere comunale  Giuseppe Norma, eletto in schieramento diverso da quello vincente;
-che il Consigliere Comunale Norma, di contro, votava favorevolmente le linee programmatiche del Sindaco e della Maggioranza nel corso del consiglio del 17 marzo 2022, aderendo, di fatto,  al programma del sindaco;
-che,inoltre. quest’oggi, rispetto ad una iniziativa di 7 consiglieri su 9 di minoranza di avanzare mozione di sfiducia del Presidente del Consiglio, in quanto non imparziale nelle sue attività, sempre il consigliere Norma prendeva le distanze dalla minoranza;
-che vista la ratio della legge, che prevede una corretta partecipazione della minoranza ai lavori della commissione elettorale sulla scorta delle importanti determinazioni da assumere “art.13delD.P.R.n.223del20/03/1967,  è evidente, viste le necessità di trasparenza, che l’essere di minoranza ha carattere  sostanziale  e non soltanto formale (per mancanza di atto ufficiale di adesione alla maggioranza), per cui un consigliere che abbia votato il programma di mandato del Sindaco e aderisca a delibere  di maggioranza , non appare poter essere considerate sostanzialmente rappresentante della minoranza;
-che la questione è stata posta al consigliere comunale nonché al Presidente del Consiglio Comunale e al Segretario Generale, i quali in modo informale hanno  rappresentato che  a loro avviso non vi sia alcuna violazione dei diritti di minoranza ;
-che fatto è che il Consigliere Norma non comunica nulla agli altri consiglieri di minoranza né si confronta con gli stessi circa i lavori e compiti la Commissione elettorale ;
-che nei prossimi giorni si procederà anche alla nomina degli scrutatori e la minoranza qui scrivente e non ha alcuna notizia di metodo e procedure della Commissione elettorale ;
Tanto premesso
Si invitano la S.V.ill.ma, assunte con urgenza (viste le prossime elezioni) le informazioni, ad esprimere un parere circa il rispetto della legge e  nel caso in cui ritenga, di fatto, violate la normative in materia assumere determinazioni a tutela dei  diritti riconosciuti alla minoranza
Con osservanza