Eboli. Senso Unico di Via Gonzaga ed il Mercato del Paterno. L’affondo del PD avverso le scelte dell’Amministrazione

Eboli. Senso Unico di Via Gonzaga ed il Mercato del Paterno. L’affondo del PD avverso le scelte dell’Amministrazione

17 Settembre 2022 Off Di Marco Naponiello

IL SENSO UNICO CHE NON HA SENSO E IL MERCATO CHE NON DEVE ESSERE SPOSTATO.

Leggiamo di proteste quotidiane e recepiamo frequentemente lamentele e solleciti da parte di cittadini e commercianti esasperati. Il senso unico di via Gonzaga non ha senso! E da ormai due settimane la viabilità in questa Città è diventata una barzelletta. Affidata ad improvvisazioni e frutto di uno scaricabarile imbarazzante e che, appunto, non ha un senso. Vogliamo lanciare un appello alle forze democratiche e libere della maggioranza (sempre se ci sono, sempre se sono libere) e vogliamo chiedere a questi signori se si rendono conto del grave errore di valutazione, se una valutazione c’è stata, da parte del Sindaco e della Giunta. L’istituzione del senso unico in via Gonzaga è una decisione indegna che ha trascinato tutto il paese nel caos più assoluto. Non c’è una strada che sia una, libera da ingorghi e smog. Togliere immediatamente il senso unico di marcia in via Gonzaga e ripristinare i servizi previsti e garantiti fino al 2020 per il mercato al Paterno, come l’utilizzo dei bagni del Massaioli settore distinti e curva, i bagni del Terminalbus, la presenza di un presidio sanitario e di vigilanza con la Polizia Municipale, non è voler cavalcare un’onda popolare che aumenta sempre più, ma è una richiesta necessaria che arriva dalla nostra Città e serve per garantire e tutelare il benessere degli ebolitani, per l’economia, per il commercio, per la vita di ognuno. Non basta aver vissuto la peggiore estate della storia, non basta una Città abbandonata a se stessa immersa nella sporcizia e nell’erba alta, non basta una amministrazione che fa dell’arroganza e delle minacce il suo modus operandi, adesso per coprire il grave errore del senso unico a via Gonzaga pensate addirittura di trasferire il mercato dal Paterno agli impianti sportivi. Ancora una volta senza confrontarvi con la gente, con le associazioni di categoria, con i residenti, con gli imprenditori, con i commercianti e con chi la zona la vive e la conosce sicuramente meglio di voi che vivete da sempre altrove. Eppure i commercianti, i venditori ambulanti, le associazioni di categoria e tutta la Città chiedono di lasciare il mercato del sabato nel rione Paterno per garantire ossigeno e vita al commercio locale e a quello degli ambulanti. Amministrare non vuole dire comandare, e questa decisione piovuta addosso a tutta la Città, voluta e sostenuta da un piccolo gruppo politico che gioca a fare lo scaricabarile delle responsabilità, ha una unica e sola motivazione: è una ripicca, è un atto di arroganza e prepotenza. Se anche il tecnico incaricato della viabilità ha chiesto esplicitamente di rivedere la pianificazione complessiva della viabilità perché il senso unico così non ha senso e se l’assessore alla viabilità è completamente assente, anche quando al suo posto negli incontri ufficiali partecipano altri assessori, ci chiediamo dove ancora volete andare.

Ricordatevi che amministrate una Città, non i fatti di casa vostra.

Il Coordinamento cittadino PD
Il gruppo consiliare
Francesco Squillante (capogruppo)
Filomena Rosamilia
Pierluigi Giarletta
Pierino Infante