IL CAPOGRUPPO  DI “ASCOLTO CITTADINO”,  ANTONIO CORSETTO, SERRA LE FILA DELLA MAGGIORANZA E DIFENDE L’OPERATO DEL SINDACO MASSIMO CARIELLO

IL CAPOGRUPPO  DI “ASCOLTO CITTADINO”,  ANTONIO CORSETTO, SERRA LE FILA DELLA MAGGIORANZA E DIFENDE L’OPERATO DEL SINDACO MASSIMO CARIELLO

10 Gennaio 2020 Off Di Marco Naponiello

 

NOTA POLITICA DI ANTONIO CORSETTO, CAPOGRUPPO CONSILIARE DI “ASCOLTO CITTADINO”

“La vera libertà si vive faticosamente, tra continue insidie”

Aldo Moro.

“Il percorso formativo politico di chi proviene da una forte scuola politica cattolica, liberale e democratica ti insegna che alla base di tutto c’è il Noi e non l’Io. La parte fondamentale di un’amministrazione resta l’unità. Il fare gruppo è indispensabile tra le forze di maggioranza ma anche attraverso il dialogo con le forze di opposizione, che devono garantire l’appoggio ed il contributo per la redazione degli atti importanti per lo sviluppo di Eboli e che hanno pari responsabilità amministrativa. Gestire una città vasta e popolosa richiede enormi sacrifici, da parte di tutti coloro che hanno avuto mandato dai cittadini. Non sempre tutto può andare per il verso giusto e gli incidenti di percorso devono aiutare a fare meglio, per poter andare avanti verso la meta dello sviluppo e la migliore qualità della vita di Eboli.” Questo l’incipit del capogruppo consiliare di maggioranza che continua:

“Il Sindaco, ogni giorno, instancabile, segue personalmente tutti gli atti, e ne siamo testimoni. E’ bello mostrarsi sorridente alla realizzazione di opere cittadine, riqualificazioni o eventi mondani oppure ad evidenziare la propria attività politica quando tutto segue una scia amministrativa regolare e soddisfacente. Ma, in qualità di Capogruppo di Ascolto Cittadino, la lista più votata alle scorse elezioni, mi corre l’obbligo di essere anche portavoce del lavoro che il Sindaco, la Giunta, il Consiglio e tutti i dipendenti Comunali attuano quotidianamente, operando tra diverse difficoltà burocratiche, norme e finanziamenti che possono rallentare l’operato della Politica. Confermo la fiducia al mio Sindaco ricordandogli che non è mai solo e che il suo lavoro, irrefrenabile, è sotto gli occhi di tutti gli Ebolitani che hanno intelligenza ed obiettività per comprendere il reale operato di un Sindaco. Abbiamo 40.000 Giudici che valuteranno il nostro operato e che decideranno di confermare Massimo Cariello alla guida della Città di Eboli.” Rimarca Corsetto che spedito prosegue il suo bilancio di quasi fine consiliatura:

“Alle chiacchiere dei nemici giustizialisti non rispondo perché sono abituato a parlare del nostro operato e non a giudicare gli altri, cosa che lascio fare a Dio. La Città è testimone e partecipe perché conosce bene l’operato della Maggioranza, che ha appena visto Eboli protagonista di un Natale che ha attratto anche i cittadini del comprensorio grazie alle luminarie natalizie ed agli eventi come il concerto di Enzo Avitabile e le tutte le attività natalizie correlate, che hanno visto migliaia di presenze con l’indotto che ne è derivato. Sono stati appena affidati i lavori di 20 progetti di riqualificazione di strade ed illuminazione pubblica in tutto il territorio, grazie a finanziamenti regionali. Le scuole stanno cambiando faccia grazie ad opere di ristrutturazione e di efficienza energetica.” Ancora evidenzia il fedelissimo di Massimo Cariello:

“Le società sportive hanno a disposizione strutture adeguate per le loro attività. L’ambiente ha un seguito particolare grazie al piano del verde, alla lotta alla plastica ed alla progettazione delle case dell’acqua. Il Piano Urbanistico Comunale è in dirittura d’arrivo ed il Bilancio 2020 è già pronto per essere votato in Consiglio Comunale, giusto per citare alcune delle azioni politiche poste in essere. Caro Massimo, andiamo avanti, sono gli Ebolitani ad avercelo chiesto.” Termina con un imperioso invito a continuare l’azione amministrativa, la  composita disamina del capogruppo consiliare di “Ascolto Cittadino”.