L’amministrazione comunale risponde ai dirigenti dell’A.S.D. Accademy Ebolitana

L’amministrazione comunale risponde ai dirigenti dell’A.S.D. Accademy Ebolitana

11 Giugno 2022 Off Di Marco Naponiello

Comunicato stampa

Rispondiamo ora, dopo aver finalmente acquisito tutti gli atti, alle dichiarazioni stampa rese dai dirigenti della “A.S.D. ACADEMY EBOLITANA”, conseguenti alla retrocessione della squadra e alla decisione di “fare calcio” in un’altra città, francamente ci meravigliano e ce ne doliamo, ma assolutamente non possono essere imputabili alle condizioni degli impianti sportivi utilizzati, di cui l’associazione era pienamente a conoscenza al momento della sottoscrizione della convenzione, né all’operato dell’attuale Amministrazione comunale. Si evidenzia che l’attuale Regolamento di gestione degli impianti sportivi approvato nell’ottobre del 2018 e la stessa convenzione sottoscritta nell’ottobre del 2021 hanno privilegiato l’attività della “A.S.D. ACADEMY EBOLITANA” (già Atletico Eboli 1925) considerata quale prima squadra di calcio della città con utilizzo del campo A, del campo B e delle pertinenze dello stadio Dirceu fino al termine del Campionato regionale di Promozione. La convenzione sottoscritta, consentiva tra l’altro di poter sopperire al versamento di un contributo mensile di € 840 tramite l’espletamento di servizi alle strutture utilizzate, previa dettagliata valutazione economica. Va precisato che, sin dall’insediamento, questa Amministrazione ha riscontrato criticità e difetti al tappeto del campo A del Dirceu, sicuramente frutto di interventi precedenti non a regola d’arte nonostante i fondi spesi (oltre 300mila euro) delle Universiadi nell’anno 2019 ed un ulteriore intervento “distruttivo” di 30mila euro del luglio 2020. Analoga situazione si è verificata per quanto riguarda i guasti dell’impianto termico, per la cui riparazione occorrono circa 9mila euro non previsti nel bilancio comunale del commissario. La manutenzione, del resto, era di competenza dell’associazione, come risulta dalla convenzione sottoscritta che la obbligava alla stipula di un apposito contratto di manutenzione degli impianti termici, ai sensi del D.P.R. 412/1992. Per quanto riguarda la custodia privata che la società asserisce di aver pagato si tratta di un servizio non previsto nella convenzione e dunque di esclusiva iniziativa privata, che non ha riguardato la custodia del campo ma bensì la prestazione di altri servizi di cui ha beneficiato l’associazione e non certo gli impianti. D’altro canto la “A.S.D. ACADEMY EBOLITANA” risulta inadempiente rispetto agli obblighi contrattuali, pur avendo affermato di aver eseguito piccoli interventi di manutenzione di cui non vi è alcun riscontro, né risulta abbia versato alcun contributo mensile. Va altresì specificato che la “A.S.D. ACADEMY EBOLITANA” ha giocato molte delle sue partite dei campionati 2019/20 e 2020/21 sul campo del Massajoli vista l’impraticabilità del Dirceu. É auspicabile per il futuro che Eboli possa esprimere una squadra di calcio competitiva ma ciò sarà possibile solo se tutti gli operatori economici della città, gli appassionati e i tifosi vorranno dare un loro contributo, a cui sicuramente non farà mancare il suo apporto l’Amministrazione comunale.