L’UCCISIONE DEI DUE CANI AD EBOLI: LA RIFLESSIONE DELL’AVV. PAOLA DE VITA DALLA PAGINA F.B. DI  DIRITTI & ANIMALI

L’UCCISIONE DEI DUE CANI AD EBOLI: LA RIFLESSIONE DELL’AVV. PAOLA DE VITA DALLA PAGINA F.B. DI DIRITTI & ANIMALI

19 Gennaio 2020 Off Di Marco Naponiello

Foto Copertina tratta dalla pagina Facebook della Lega del cane di Salerno

Note Social

LA LEGALE EBOLITANA SOTTOLINEA L’IMPORTANZA DI CONSIDERARE GLI AMICI A 4 ZAMPE COME ESSERI SENZIENTI MERITEVOLI DI RISPETTO

IN CALCE L’ACCORATO APPELLO DELLA “LEGA DEL CANE” SEZ. DI SALERNO

La crudeltà di quanto rinvenuto in questi giorni ad Eboli provincia di Salerno zona Santa Chiarella a danno di poveri animali indifesi, esseri senzienti, barbaramente oltraggiati nel corpo e nell’anima ritrovati uno impiccato, senza vita, gli altri due miracolosamente sopravvissuti ad inaudita cattiveria è purtroppo l’effetto di una COMPLETA ASSENZA sul nostro territorio di una SERIA POLITICA di prevenzione del randagismo e tutela del benessere degli animali!

In ossequio a leggi e regolamenti i soggetti istituzionali devono MONITORARE costantemente la città e le periferie, verificare che, per prima, i cani padronali abbiano il MICROCHIP e siano rispettati nella loro natura e libertà favorendo la pratica della sterilizzazione attraverso la corretta informazione.

URGE una rivoluzione culturale!

Occorre fare RETE e una maggiore formazione e consapevolezza degli operatori coinvolti.

OCCORRE intercettare risorse economiche ed umane ovvero dirottare quelle esistenti in questo tipo di azioni, probabilmente meno popolari ma imprescindibili per un paese civile.

Quanto accaduto ci ricorda che NON siamo e NON ci meritiamo il titolo di Comune pet friendly…lo si conquista sul campo con politiche concrete e risultati visibili non solo di facciata.

NON si può intervenire sempre sull’emergenza o delegando al volontariato.

Sono necessarie azioni SINERGICHE e sistematiche di controllo del territorio da parte degli organismi deputati!

Oggi è una DISFATTA per tutti: per
le autorità preposte ( sindaco, nucleo comunale di guardie zoofile, polizia municipale, asl veterinaria ) e per noi cittadini, impotenti ma NON RASSEGNATI.

Il sindaco e le autorità a vario titolo coinvolte diano un SEGNALE decisivo di SVOLTA. Stanino i colpevoli si facciano promotori di azione penale e si costituiscano PARTE CIVILE.

Il cambiamento può iniziare anche da qui!

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3024397694312480&id=860196170732654

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3023470607738522&id=860196170732654

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3021979821220934&id=860196170732654

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3023320264420223&id=860196170732654

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3022160321202884&id=860196170732654

 

 

Lega Nazionale Per La Difesa Del Cane – Sez. Salerno

 

Giustizia per Libero e per il suo sfortunato amico morto impiccato.
A seguito dell’increscioso episodio accaduto ad Eboli, chiediamo a tutti coloro che hanno informazioni, che hanno visto o sanno qualcosa, di contattare la nostra associazione in forma del tutto anonima contattandoci alla mail: info@legadelcane-sa.it
Questo gesto non può restare impunito.
Chi ha impiccato il povero cane e ha ridotto quasi in fin di vita l’altro, merita una punizione esemplare.
La Lega del cane di Salerno procederà con regolare esposto e denuncia contro ignoti.