“OSPEDALE DI EBOLI, SI VEDE LA PAGLIUZZA E NON LA TRAVE NELL’OCCHIO”: L’AFFONDO DELLA FISI SANITA’

“OSPEDALE DI EBOLI, SI VEDE LA PAGLIUZZA E NON LA TRAVE NELL’OCCHIO”: L’AFFONDO DELLA FISI SANITA’

20 Settembre 2022 Off Di Marco Naponiello

La saggezza popolare dovrebbe essere di monito tutti. Mai proverbio è stato così calzante. La polemica innestata da taluni sindacati sulle gravi problematiche dovute al senso unico di via Gonzaga (la via che porta in Ospedale, tanto per intenderci) rappresenta una minuscola pagliuzza, nel mentre non ci si accorge delle travi! Infatti l’Ospedale di Eboli, oramai, è poco più di un ambulatorio specialistico dove tra carenze di personale e poche – troppo poche – professionalità mediche di elevata competenza, il locale nosocomio rischia di sparire o di essere depotenziato. Ciò grazie alle politiche scellerate di una Regione che invece di creare un polo unico tra gli Ospedali di Eboli e Battipaglia e delocalizzare la sede, creando una struttura moderna ed efficiente, preferisce dilapidare fondi (tanto mica pagano loro…) in strutture fatiscenti dove non è possibile mettere a norma nulla, creando – invece – e tutelando il raddoppio del S. Leonardo che porterà inesorabilmente alla morte dei due Ospedali.

Ma si sa, quando il Governatore della Regione Campania decide qualcosa, nessuno può interferire ed allora, invece di gridare ai 4 venti l’inutilità del raddoppio dell’Ospedale di Salerno e denunciare il furto che tra qualche anno sarà fatto ai cittadini della Valle del Sele, si preferisce vedere la pagliuzza…”Al Sindaco bisogna scrivere, ma non sul senso unico, bensì su quale futuro attende il nostro nosocomio e quello limitrofo di Battipaglia…queste sono le vicende serie…” dichiara Rolando Scotillo Responsabile della FISI.

Distinti saluti.
Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali
Segretario Territoriale.