RINNOVATA L’ORDINANZA ANTI BOTTI: SANZIONI E CONTROLLI SUL TERRITORIO

RINNOVATA L’ORDINANZA ANTI BOTTI: SANZIONI E CONTROLLI SUL TERRITORIO

10 Dicembre 2019 Off Di Marco Naponiello

 

Pronta l’ordinanza anti botti, sanzioni fino a 500 euro.

L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Massimo Cariello, conferma l’ordinanza per disciplinare l’utilizzazione dei fuochi pirotecnici e rinnova la sua vocazione per assicurare sicurezza ai singoli, tranquillità alle famiglie e protezione degli animali in occasione del periodo natalizio e dell’usanza di esplodere fuochi pirotecnici.

Per il quinto anno consecutivo, dopo essere stata tra le prime in Italia, l’amministrazione comunale di Eboli adotta un’ordinanza contro fuochi pericolosi ed incontrollati.

Nell’ordinanza si fa riferimento all’usanza di festeggiare l’arrivo del nuovo anno esplodendo petardi ed artifici pirotecnici che ogni anno causano danni a cose e infortuni a persone, oltre alle conseguenze per gli animali domestici e la fauna selvatica.

Per chi violerà l’ordinanza sarà applicata una sanzione amministrativa da un minimo di 25 euro a un massimo di 500, affidando i controlli al comando della Polizia Municipale e delle altre forze di Polizia.

L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Massimo Cariello, conferma l’ordinanza per disciplinare l’utilizzazione dei fuochi pirotecnici e rinnova la sua vocazione per assicurare sicurezza ai singoli, tranquillità alle famiglie e protezione degli animali in occasione del periodo natalizio e dell’usanza di esplodere fuochi pirotecnici.

Per il quinto anno consecutivo, dopo essere stata tra le prime in Italia, l’amministrazione comunale di Eboli adotta un’ordinanza contro fuochi pericolosi ed incontrollati.

Nell’ordinanza si fa riferimento all’usanza di festeggiare l’arrivo del nuovo anno esplodendo petardi ed artifici pirotecnici che ogni anno causano danni a cose e infortuni a persone, oltre alle conseguenze per gli animali domestici e la fauna selvatica.

Per chi violerà l’ordinanza sarà applicata una sanzione amministrativa da un minimo di 25 euro a un massimo di 500, affidando i controlli al comando della Polizia Municipale e delle altre forze di Polizia.