STRAGI DI CANI AD EBOLI: LA NOTA DEL CONSIGLIERE COMUNALE GIUSEPPE PIEGARI

STRAGI DI CANI AD EBOLI: LA NOTA DEL CONSIGLIERE COMUNALE GIUSEPPE PIEGARI

19 Gennaio 2020 Off Di Marco Naponiello

In merito alle recenti azioni criminose compiute ai danni di due cani  randagi da parte di persone purtroppo non ancora identificate, interviene il consigliere di maggioranza Giuseppe Piegari, che in questi anni di consiliatura si è sempre distinto per aver difeso i diritti degli amici a quattro zampe, impegnandosi in prima persona nel far crescere nella collettività ebolitana un sincero sentimento animalista, che possa ben presto divenire lo specchio di una rinnovata empatia verso gli animali, nella nostra amata città.

 

LA NOTA SOCIAL

La notizia dei cani brutalmente maltrattati, vessati, umiliati in una zona di Eboli ha fatto male e tolto le parole. L’immagine della corda con cui uno di essi è stato addirittura strangolato è uno strazio, quella del sacco nel quale questo cagnolino è stato rinchiuso e legato è raccapricciante.

So che ENPA e Lega Nazionale Per La Difesa Del Cane stanno alacremente lavorando per stanare i responsabili e riportare un brandello di giustizia in una vicenda orribile. Va reso loro grazie.

Perché non punire questi atti efferati significherebbe incoraggiare i vigliacchi a perpetrarli. Considerarli “passabili” perché effettuati su poveri esseri, l’ulteriore abominio.

Piuttosto, non ci si sorprenda del crescendo generalizzato di violenza nella società, della mancanza di empatia verso chi soffre, del cinico approcciarsi alla vita.

La violenza è sempre e comunque violenza, quella sugli animali è il tirocinio per quella sugli esseri umani.
Non uno scherzo o tantomeno un gioco.
Va detto, urlato e diffuso ovunque.


E si dovrà agire in tal senso. Ancora di più, in ogni modo, con qualsiasi mezzo.