UCCISIONI DI CANI AD EBOLI: DURA PRESA DI POSIZIONE DI CATERINA SORVILLO, ANIMALISTA ED AMMINISTRATRICE  DELLA PAGINA FB “UNA ZAMPA SUL CUORE”

UCCISIONI DI CANI AD EBOLI: DURA PRESA DI POSIZIONE DI CATERINA SORVILLO, ANIMALISTA ED AMMINISTRATRICE  DELLA PAGINA FB “UNA ZAMPA SUL CUORE”

19 Gennaio 2020 Off Di Marco Naponiello

NOTA DI CATERINA SORVILLO, RESPONSABILE DELLA PAGINA FACEBOOK “UNA ZAMPA SUL CUORE 2.0”

In queste ore ad Eboli gli animalisti stanno vivendo con apprensione e preoccupazione per la sorte dei randagi sul territorio chiedendosi come si possa compiere atrocità a danno di vite innocenti. In soli due giorni questi atti di violenza ad Eboli, città decantata “pet friendly” e sopratutto nel 2020 non sono tollerabili.

Solo ieri abbiamo appreso del ritrovamento di un terzo cane, rinchiuso in un sacco con gli arti legati di cui quella anteriore spezzata ma sorprendentemente ancora in vita. Alla crudeltà non c é limite e allora é proprio il caso di scomodarLo Carlo Levi “Cristo si é fermato ad Eboli”. Ringrazio l’ assessore Emilio Masala per essersi immediatamente reso disponibile, raggiungendomi telefonicamente,in modo pratico e concreto.

Sono giunte indiscrezioni su ipotetici responsabili non ancora confermate, e invitiamo per tanto chiunque abbia testimonianze fondate, di denunciare senza remore e timori quanto a conoscenza alle autorità competenti.

Una “zampa sul cuore” intende in simbiosi con l’ amministrazione e le autorità preposte, collaborare affinché non solo venga garantita giustizia per queste anime, ma che venga stipulato un patto di intesa affinché si metta in campo una task force per limitare, arginare il randagismo e questi atti di autentica viltà.

#Indigniamocitutti