EboliPolitica

ZONA ECONOMICA SPECIALE – 2° ATTO; LETTERA APERTA DELL’ASSOCIAZIONE EBOLI 3.0 AL SINDACO FF LUCA SGROIA

Questa Associazione ha già avuto modo di rappresentare alla prima amministrazione
Cariello l’opportunità e la necessità di inserire la nostra Area Industriale negli ambiti
di perimetrazione delle Zone Economiche Speciali (ZES).
Senza sortire risultati!

Non siamo nostalgici dell’argomento, ma ritentiamo, offrendo un approfondimento
sulla questione, sia di fondamentale importanza per i nostri imprenditori e, perchè
no, per stimolarne di nuovi.
Ricordiamo, infatti, che a Z.E.S. (Zona Economica Speciale) è uno strumento, che tra
le quattro diverse tipologie identificate dall’Ocse, l’organizzazione per la
cooperazione e lo sviluppo economico, è il più ricco di incentivi, di agevolazioni e
semplificazione amministrativa per le imprese che lì stabiliscono di collocarvi la
propria sede. Riconoscimenti incentivanti sia alle imprese già operanti nelle
perimetrazioni individuate sia a quelle che lo vorranno fare. Nella delibera di Giunta
Regionale della Campania n. 720 del 13/12/2016, il Documento di Base allegato,
relativo alla proposta di individuazione, a pag. 18, descrive l’area industriale e
logistica di Pontecagnano, Battipaglia ed Eboli come una “importante infrastruttura
al servizio delle imprese e delle industrie della Piana del Sele, che avrebbe favorito lo
scambio merci tra navi,treni e tir con un rilancio della industria locale”. Una analisi
corretta e veritiera.
Senonchè nel comma successivo, il documento di base riporta la descrizione
dell’Agglomerato industriale della sola Battipaglia, fornendo dati che, da una lettura
interpretativa, non sembra comprendere le aree industriali di Eboli e Pontecagnano.
Nella delibera n. 175 del 28/3/2018, recante la proposta di piano di sviluppo
strategico (a pag. 4 lett. d) si parla di “un articolato percorso di confronto effettuato
con i soggetti interessati alla istituzione della Z.E.S. ed in particolare i referenti delle
aree già individuate nel richiamato documento di base”.
Al riguardo, furono posti dei quesiti, senza ricevere risposta. Ora vogliamo
riproporre la questione, sperando di essere ancora in tempo a presentare una
proposta alla Regione Campania, evidenziando che non si tratterebbe di individuare
un’altra Z.E.S. ma semplicemente ampliare quella già individuata di Battipaglia la cui
area industriale è una prosecuzione senza soluzione di continuità con quella di Eboli.
Ci permettiamo di insistere su questo strumento perchè sono imminenti le
attuazioni di tutti i benefici delle Aree Z.E.S. e la nostra Città non può e non deve
rimanerne fuori; riguarda le opportunità per gli imprenditori, incremento dei livelli
occupazionali e un aumento del PIL, necessari per la nostra città che inevitabilmente
deve guardare ad un’area vasta anche a livello industriale con la vicina Battipaglia
che senza esitazione deve essere coinvolta nel sostenere questa iniziativa.
Aspetteremo fiduciosi un riscontro.
A presto
Eboli 3.0
Il Coordinamento

Comment here