SALERNO: Cultura e nuove generazioni a “Protagonisti” 2022 Il seminario nazionale del CoNNGI, la rete dei giovani con background migratorio Salerno, 27-28 maggio

SALERNO: Cultura e nuove generazioni a “Protagonisti” 2022 Il seminario nazionale del CoNNGI, la rete dei giovani con background migratorio Salerno, 27-28 maggio

26 Maggio 2022 Off Di Marco Naponiello

La cultura come strumento di coesione e promozione sociale è al centro della sesta edizione di “Protagonisti! Le nuove generazioni italiane si raccontano”, seminario organizzato dal CoNNGI, la rete di associazioni di giovani con background migratorio. Quest’anno la due giorni si terrà a Salerno presso il Grand Hotel Salerno (Lungomare Clemente Tafuri, 1), il 27 e 28 maggio 2022. In allegato il programma dettagliato.

La conferenza stampa di presentazione si terrà venerdì 27 maggio alle ore 11:30 presso la Sala del Gonfalone del Palazzo di Città (Via Roma).

L’evento è promosso dal CoNNGI in collaborazione con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l’associazione territoriale del CoNNGI Ubuntu – Nuove generazioni italiane, le ACLI provinciali di Salerno, la Fondazione della Comunità Salernitana, e l’Ufficio Migrantes Salerno- Campagna-Acerno, con il supporto dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM), la Fondazione Compagnia di San Paolo, la Fondazione Caritas Salerno, il Consorzio cooperative sociali LA RADA ed ANPAL Servizi sotto il patrocinio del Comune di Salerno e dell’Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno.

Il seminario vedrà confrontarsi le nuove generazioni con numerosi rappresentanti delle istituzioni nazionali e locali – è prevista la partecipazione del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali On. Andrea Orlando – della politica, della società civile, giornalisti e soprattutto artisti, scrittori, registi, storici, docenti e personaggi legati al mondo della cultura, fra cui Maruego, rapper fra i più amati dai giovanissimi; Hasna Amachaar, finalista di Bake Off Italia; Amir Issa, rapper e scrittore che da tempo si dedica alla promozione della cultura come strumento di crescita e inclusione; e molti altri.

Si parte il 27 maggio con quattro sessioni tematiche parallele: “I nuovi italiani: figlie e figli di un paese crogiuolo di culture”; “Presenze in cerca di ascolto: le nuove generazioni italiane tra letteratura e teatro”; “Musica e cinema: movimenti culturali e mezzi di riscatto sociale delle nuove generazioni italiane”; “Il mondo a tavola: i giusti ingredienti per un menù inclusivo”. Il 28 maggio sono in programma sintesi e restituzione dei risultati dei lavori del giorno precedente e una tavola rotonda conclusiva.

Prosegue, così, l’impegno del CoNNGI nel dare voce ai giovani con background migratorio, rendendoli protagonisti di un dialogo costruttivo con tutti gli attori istituzionali, politici e sociali coi quali poter immaginare e costruire insieme una società che sia in grado di rispondere alle sfide della complessità che caratterizza i nostri tempi.

La partecipazione al seminario è gratuita previa registrazione scrivendo a info@conngi.it

Il CoNNGI – Coordinamento Nazionale Nuove Generazioni Italiane (CoNNGI) è un’associazione di promozione sociale nata nel 2017 nell’ambito di un percorso promosso dalla Direzione Generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per rappresentare a livello nazionale e internazionale tutti i giovani con background migratorio. Riunisce 40 associazioni attive in tutta Italia coinvolgendo oltre cinquemila giovani, che rappresentano un “ponte” fra il nostro Paese e più di 40 Paesi nel mondo.

Protagonisti! Le nuove generazioni italiane si raccontano – VI edizione
La cultura come strumento di coesione e promozione sociale
Grand Hotel Salerno, Salerno – 27/28 maggio 2022

PROGRAMMA
Primo giorno di lavori – 27 maggio

14:00 – Accoglienza e registrazioni
14:30 – Saluti istituzionali
On. Andrea Orlando – Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali
Vincenzo Napoli – Sindaco di Salerno
Laurence Hart – Direttore OIM – Organizzazione Internazionale per le Migrazioni – Italia – TBC
Clelia Caiazza – Direzione generale per lo studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico,
Ministero dell’Istruzione
Antonio Romano– Vicario episcopale per la Carità Arcidiocesi Salerno – Presidente Fondazione
Caritas Salerno
Antonio Russo – Vicepresidente nazionale ACLI
Francesco Profumo – Presidente Fondazione Compagnia di San Paolo – TBC
Giulio Escalona – Project manager Consorzio La RADA
Antonia Autuori – Presidente Fondazione della Comunità Salernitana onlus
Bahia Lahboub – Presidente Associazione Ubuntu – Nuove Generazioni Italiane
SiMohamed Kaabour – Presidente CoNNGI

15:45 – Apertura lavori delle quattro sessioni parallele
Panel 1 – I nuovi italiani: figlie e figli di un paese crogiuolo di culture
La storia ci dimostra che l’Italia da sempre è stata il punto d’incontro di molte civiltà e il suo
patrimonio culturale è il frutto di scambi, contaminazioni che hanno attraversato i secoli. è a partire
da questa consapevolezza, che, con il contributo di storici, antropologi e sociologi, proveremo a
raccontare alcuni eventi storici determinanti nella costruzione di quella che oggi definiamo “cultura
italiana”, valorizzando il ruolo che in questi processi hanno avuto le diverse culture e tradizioni con
cui il nostro Paese è venuto a contatto.

Partecipano:
Don Alfonso Raimo – Vicario generale Arcidiocesi di Salerno e Presidente delle Scuola di dialogo
interreligioso e interculturale di Salerno
Paolo Masini – Ideatore e coordinatore di MigrArti – Ministero della Cultura
Mario Brunetti – Docente di materie letterarie, storia e geografia
Alfonso Conte – Docente di Storia contemporanea delle identità territoriali presso UNISA
Simon Clavière-Schiele – Artista, protagonista della riabilitazione di Aguyar e del Generale Dumas
Davide Monaco – Docente di Filosofia e dialogo interreligioso presso UNISA
Moderano:
Sara Moutmir – Associazione Ubuntu Nuove Generazioni Italiane
Chiara Iannaccone – Frontiera SUD Aps

Panel 2 – Presenze in cerca di ascolto: le nuove generazioni italiane tra letteratura e teatro
Le opere di autori di origine straniera contengono spesso elementi autobiografici. Infatti, la
cosiddetta “letteratura migrante” è uno strumento attraverso cui si reclama visibilità, rivendicando il
riconoscimento della propria specificità generazionale, identificabile in una diversità sia rispetto
all’universo genitoriale di riferimento, sia nei confronti della società in cui si cresce o si nasce.
Grazie alla diretta testimonianza di varie autrici e autori con background migratorio, discuteremo di
come la letteratura nelle sue diverse forme può favorire l’inclusione e, al contempo, agire in senso
trasformativo rispetto ai processi identitari.
Partecipano:
Liliana Liao – Scrittrice e insegnante
Mohamed Amine Bour – Poeta
Fedua El Attari – Poetessa – EquiLibri d’Oriente
Maria Luisa Albano – Docente ed esperta in pedagogia narrativa interculturale
Mohamed Ba – Attore e teatrante (a distanza)
Cheikh Tidiane Gaye – Scrittore e poeta
Gianni Fiorito – Presidente dell’Associazione Limen e del Limen Salerno Festival
Moderano:
Bahia Lahboub – Associazione Ubuntu Nuove Generazioni Italiane
Claudia Mitidieri – Consorzio La RADA

Panel 3 – Musica e cinema: movimenti culturali e mezzi di riscatto sociale delle nuove
generazioni italiane
La musica e il cinema sono da sempre forme d’espressione che svelano e narrano le condizioni dei
differenti gruppi umani, rappresentando spesso la voce del cambiamento. Attraverso il linguaggio
musicale e cinematografico si esprimono movimenti sociali e culturali con l’intento di trasformare il
silenzio delle nuove generazioni in energia, svelando con immagini e rime le sue istanze. Negli
ultimi anni molti artisti con background migratorio hanno non solo conquistato le classifiche
musicali nostrane ed europee, ma hanno cominciato anche a rappresentare la complessità delle
proprie appartenenze così come a rivelare aspettative e sfide. Una conquista, quella della visibilità,
che spesso stona con lo stallo politico che si presenta ogniqualvolta si parli di riforma della
cittadinanza. Attraverso le dirette riflessioni di musicisti/e, attori/trici e registi/e con background
migratorio e non, approfondiremo il ruolo che la musica e il cinema possono giocare nella
definizione di un nuovo immaginario collettivo, capace di accogliere e valorizzare le diversità.
Partecipano:
Maruego – Trapper
Ferdaous Harfi – Pittrice
Amir RA – Director and Cinematographer
Antonia Grimaldi – Team direzione Giffoni Festival
Moderano:
Dorra Rafrafi – Associazione Ubuntu Nuove Generazioni Italiane
Manuela Scarpinati – Presidente Nuova Aries Onlus

Panel 4 – Il mondo a tavola: i giusti ingredienti per un menù inclusivo
Il cibo, a un primo sguardo, può sembrare un improbabile mezzo per incoraggiare lo scambio e il
dialogo interculturale, ma soffermandosi con più attenzione ci si rende subito conto che
costituisce il veicolo più adatto per unire nazioni e avvicinare le persone, soprattutto nella regione
Euro Mediterranea dove la convivialità e il cibo costituiscono quasi un rituale sacro ed
imprescindibile. Il cibo e la cucina sono anch’essi espressione culturale di un popolo, un
linguaggio che si fonda su alcuni ingredienti tipici, e, in ogni cultura, tale linguaggio è ricco di
significati e riferimenti storici. A partire da queste considerazioni, testimonial con background
migratorio del mondo della ristorazione e del mondo associativo, condivideranno delle ricette che
hanno scelto o realizzato per rappresentare l’incontro fra culture diverse.

Partecipano:
Hasnaa Machaar – Finalista Bake Off Italia 2019
Stefano Ferrara – Direttore Paese Sud, scrittore e giornalista
Alessandro Slama – Pasticciere e vincitore del “Panettone World Championship”
Konate Bouyagui – Chef – Masterchef Italia
Moderano:
Zineb El Hor – Associazione Ubuntu Nuove Generazioni Italiane
Samir Landi – Ecomondo Diritto & Ambiente

18:45 Chiusura lavori delle quattro sessioni parallele

Secondo giorno di lavori – 28 maggio

9:30 – Accoglienza e registrazione
10:00 – Restituzione dei lavori dei panel
In dialogo con Amir Issa – Rapper, scrittore e attivista
11:30 – 13:00 – Tavola rotonda conclusiva
Tatiana Esposito – Direttore Generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione –
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Antonia Willburger – Consigliere comunale – già Assessore alla Cultura del Comune di Salerno
Carla Cocilova – Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pontedera
Antonio Bonifacio – Direttore Ufficio Diocesano Migrantes Salerno-Campagna-Acerno
Daniele Manzolillo – Presidente ACLI sede provinciale di Salerno Aps
Claudio Paravati – Direttore Rivista e Centro Studi Confronti
Elena Silvestri – Presidente Consorzio La RADA
Eugenio Mastrovito – Direttivo Ubuntu Nuove Generazioni Italiane
SiMohamed Kaabour – Presidente CoNNGI