LA TOSAP ANCHE SUI BALCONI? PRESUPPOSTO L’OMBRA PROIETTATA SUL SUOLO PUBBLICO- UNA TASSA CHE SICURAMENTE FARA’ INDIGNARE I CONTRIBUENTI

LA TOSAP ANCHE SUI BALCONI? PRESUPPOSTO L’OMBRA PROIETTATA SUL SUOLO PUBBLICO- UNA TASSA CHE SICURAMENTE FARA’ INDIGNARE I CONTRIBUENTI

19 Gennaio 2020 Off Di Marco Naponiello

ARTICOLO E FOTO TRATTI DA:

https://www.laleggepertutti.it/358862_spunta-la-tassa-sui-balconi?fbclid=IwAR0jS41SagCnuGfIDlphV_JqOO55hOAlmEO64MgXqkUl1yKyBysuaMXzwM0

Spunta la tassa sui balconi

il balcone privato che fa ombra sul suolo pubblico potrebbe essere tassato.

Ieri è scoppiata la forte polemica della nuova tassa sui balconi. Lo steso Ministreo dell’Economia è stato chiamato a dare maggiori chiarimenti, che tuttavia hanno lasciato ancora numerosi dubbi. Tant’è che stamattina lo stesso Sole24Ore sostiene che la norma – introdotta dalla legge di bilancio del 2019 – potrebbe essere applicata anche ai balconi privati. Vediamo di capire perché potremmo essere chiamati a pagare una tassa per tutti i balconi di casa che fanno ombra sul suolo pubblico.

L’articolo 38 del decreto legislativo 507/1993 assoggetta alla tassa (la famosa Tosap)anche le occupazioni di spazi soprastanti il suolo pubblico, ma vengono esplicitamente esclusi «balconi, verande, bow-windows e simili infissi di carattere stabile». È poi intervenuta, come detto, la legge di Bilancio, la 160/2019 a creare confusione. La nuova disposizione infatti individua come presupposto anche l’occupazione degli spazi soprastanti il suolo pubblico, come appunto quello di un balcone la cui proiezione è su un marciapiede, che essendo pertinenza di una strada, è suolo pubblico.

«Se il presupposto per l’assoggettamento sembra chiaro, tuttavia – spiega Il Sole 24 Ore – nelle nuove disposizione non si rinvengo indicazioni chiare per l’assoggettamento di un balcone, perché per il soprassuolo è prevista l’occupazione solo con cavi. In ogni caso il gettito potrebbe essere molto alto».

Per smorzare i toni della polemica, che ha assunto delle forme particolarmente aspre contro il governo, ieri è intervenuto il ministero dell’Economia il quale ha tentato di fornire qualche smentita: «Il tema di una pseudo tassa sull’ombra non esiste», perché i presupposti impositivi sarebbero gli stessi della Tosap.

Ma i chiarimenti del MEF sembrano non essere sufficienti e i dubbi rimangono perché quello che conta è ciò che è scritto in norma. Norma che ovviamente dovrà essere migliorata alla prima occasione. Nulla quindi esclude che l’Agenzia delle Entrate  – e spesso lo ha fatto in passato – possa bussare quest’anno alle nostre porte e pretendere il pagamento della Tosap per ogni abitazione dotata di balconi che affacciano sulla strada pubblica o su una piazza.