Stabilizzazione dei precari della Sanità in provincia di Salerno, l’impegno della Uil Fpl per 400 lavoratori

Stabilizzazione dei precari della Sanità in provincia di Salerno, l’impegno della Uil Fpl per 400 lavoratori

15 Luglio 2022 Off Di Marco Naponiello

Donato Salvato, come segretario generale della Uil Fpl Salerno e segretario del direttivo regionale della Uil Fpl Campania, ha partecipato agli incontri tenutisi a Napoli per la stabilizzazione del personale precario nella Sanità. Salvato continuerà a sostenere le assunzioni dei circa 400 precari Ruggi e all’Asl di Salerno, vigilando sulla correttezza delle procedure e fornendo il proprio contributo.

Al fine di valorizzare la professionalità acquisita dal personale sanitario e sociosanitario che ha prestato servizio anche durante l’emergenza Covid nelle aziende e negli enti del Servizio sanitario nazionale e per valorizzare strutturalmente i servizi sanitari regionali anche per il recupero delle liste d’attesa si è deciso di avviare rapporti di lavoro a tempo determinato.

Una prima fase di stabilizzazioni potrà riguardare il personale in possesso dei requisiti di anzianità di servizio previsti e reclutato mediante contratti di lavoro subordinato a tempo determinato, anche non più in servizio. ù

La seconda fase, invece, prevede procedure “diverse” da quelle “concorsuali” e comunque comprensive di tutte le forme nell’accezione fornite nella circolare ministeriale numero 3 del 2017 e comprensive di reclutamento di personale con contratti di lavoro autonomo.

“Ringrazio i precari del Ruggi, dell’Asl salernitana e campana e sono vicino con tutta la segreteria ai lavoratori. Sono convinto che il tessuto sanitario si regge sul personale stabile, motivato e formato. A tutti i precari si rivolge garantendo impegno per processi di stabilizzazione rapidi e trasparenti”.