BERNIERO III EDIZIONE: 19-20 NOVEMBRE, CONVENTO DEI CAPPUCCINI

BERNIERO III EDIZIONE: 19-20 NOVEMBRE, CONVENTO DEI CAPPUCCINI

5 Novembre 2019 Off Di Marco Naponiello

BERNIERO 2019 – Lumina / Terza edizione Ingresso Libero Convento di San Pietro alli Marmi Eboli (SA)

Nota Stampa 

 

PROGRAMMA

Martedì 19 Novembre 2019

20.00
Saluto della Fraternità Francescana
Padre Angelo Di Vita
Guardiano del Convento di San Pietro Alli Marmi

20.30
Radiodervish e Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento presentano ‘Classica’

Mercoledì 20 Novembre 2019

13:00: Convivio

16.00
‘Luogo Franco’
Ambiente e paesologia
Dialogo con Franco Arminio – PAESOLOGO

17.30
Premio ‘Berniero’ a
‘Morigerati Paese Ambiente’,
Cono D’Elia – vice sindaco del Comune di Morigerati,
Antonio Pellegrino – ‘Terre di Resilienza’,
Eugenio Cioffi – ‘Agriturismo Moriké’

18.00
Santa Messa e benedizione dell’olio

20.00
Lumina
Dialogo con Erri De Luca

21.30: Per buon augurio: pane, olio, sale e vino

I dialoghi saranno moderati da Benedetto Giacobbe

Una tradizione che si sta consolidando per Berniero è quella di presentare il festival con un titolo diverso di anno in anno, una parola che traduca l’attualità e che sia da guida nella costruzione dei significati che andremo a cercare in ogni edizione. La terza edizione di Berniero avrà come titolo ‘Lumina’ ed il motivo è semplice: servono luci. La sensazione che ci ha portato a scegliere questa parola latina e plurale è questa: sarete senz’altro entrati in una stanza buia, cominciando a tastare le pareti aiutati dalla vostra memoria. Conoscendo il luogo, saranno bastati pochi tentativi per trovare l’interruttore. E se, invece, vi trovaste in una stanza sconosciuta?
Cosa accadrebbe? Comincereste a tastare le pareti o a chiedereste ad alta voce un po’ di aiuto?
Berniero, il nostro piccolo festival, quest’anno ha pensato che ci sia bisogno di una luce, anzi di una pluralità di luci, perché la stanza è buia. È buia di affetti, è buia di incontri. È troppo buia di umanità, di sacralità è buia. Luci servono, punti di vista non imposti.

Nel 2018 avevamo chiesto che Berniero fosse a voce bassa. Un anno è trascorso e intorno abbiamo i cocci delle urla che circondano ognuno di noi, che si accumulano e diventano pareti. La stanza è buia, servono luci.

Ancora una volta cerchiamo un aiuto in un uomo nato prima di noi, come si cerca un nonno o un padre, un ante nato: l’uomo Berniero. Figlio di qualcuno e pater di questa terra, nominato padre dai suoi figli mille anni fa. Figlio di un’esigenza: una migrazione di superficie, terrestre. Dalla Spagna all’Italia, giunto e accolto. Portò con sé le braccia che aiutarono chi ne aveva bisogno, tutti ne ebbero bisogno. Lasciò i suoi figli moltiplicando l’olio per loro. Così fa un padre. Mentre il mondo intero tra dazi, persecuzioni e guerre sembra rivestirsi di un abito medievale, qui inteso nel suo orrendo sinonimo di oscurità, e mentre la specie più evoluta del pianeta è ipnotizzata da dialoghi/duelli virtuali dominati dalla parola urlatasilente ci sembrava molto importante fermarci, sederci e ancora una volta parlarci, ma per davvero. Guadandoci in faccia. Chiederemo ai nostri ospiti di portare qualche lumina, di indicarci qualche luce, di condurre le nostre mani lungo le pareti di questa stanza buia.

#berniero #lumina #risaliamolecolline #sanpietroallimarmi

Fraternità Francescana
Casa ospitante

Associazione Berniero
Organizzazione

Ente promotore
Comune di Eboli

Partner
Caffèorchidea, Associazione Le Tavole del Borgo
Sponsor:
Barlotti, My Web Strategy

Info e contatti: benernieroassociazione@gmail.com