EBOLI. POLEMICA A.N.P.I. “CELEBRAZIONE 25 APRILE” 2022: IL SINDACO MARIO CONTE REPLICA

EBOLI. POLEMICA A.N.P.I. “CELEBRAZIONE 25 APRILE” 2022: IL SINDACO MARIO CONTE REPLICA

26 Aprile 2022 Off Di Marco Naponiello

celebrazioni del 25 aprile

Si registra con sconcerto la polemica innescata dalla prof.ssa Dina Balsamo circa la mancata partecipazione ufficiale all’evento di celebrazione del 25 aprile.

Si precisa che la stessa è stata personalmente contattata dalla segreteria del Sindaco proprio per assicurarsi della sua presenza in qualità di delegata della locale sezione Anpi. La presenza dell’Associazione è stata poi sottolineata dalla speaker che, ricevendo dalle mani di un anziano partigiano, quale testimone della resistenza e della lotta per la libertà, ora come allora, ha voluto leggere il messaggio consegnatole. Inoltre in chiusura di manifestazione l’Anpi ha ricevuto dai microfoni un particolare ringraziamento. Quanto all’esecuzione del brano “Bella Ciao” questa è avvenuta sia prima dell’inizio della cerimonia, sia ad opera del trombettista, nonché, proprio per dare maggior voce all’Anpi, è stata intonata dalle delegate presenti alle quali la speaker ha porto il microfono.

Infine nella Sua missiva, della quale abbiamo preso debito conto al prot. 19420 del 22.04.2022, non si evince alcun cenno ad un preteso intervento verbale durante la manifestazione, vi si legge infatti: «Restiamo in attesa di un Suo riscontro e a Sua disposizione per ogni possibile contributo che vorrà chiedere all’Anpi». Contributo che riteniamo sia stato assolto egregiamente con la partecipazione alla cerimonia stessa.  Né la delegata Balsamo si è in alcun modo premurata di concordare, primo dell’inizio della manifestazione, una eventuale locuzione. Piuttosto ha inopinatamente interrotto la cerimonia stessa dopo l’intervento del primo cittadino, avvicinandosi ai microfoni senza alcuna autorizzazione.

Peraltro alla celebrazione del 25 aprile partecipano numerose associazioni e per prassi consolidata non viene data la parola a nessuna di esse, altrimenti si avrebbero disparità di trattamento oltre al protrarsi eccessivo della cerimonia.

 

Il Sindaco

Avv. Mario Conte